Strasburgo: Batorama, prima attrazione turistica della sua regione

© Batorama

Ogni anno circa 800.000 persone si lasciano sedurre dalla visita dell’ellisse insulare di Strasburgo, a bordo di un battello lungomare di Batorama.

Esistente da 71 anni, Batorama è una filiale al 100% del porto autonomo di Strasburgo.Veritablesuccess story all’alsaziana, è diventata una delle attrazioni imperdibili della capitale alsaziana. Da quando è stata lanciata, la sua flotta è passata da 1 a 10 imbarcazioni, e propone diversi circuiti lungo l’Ill, per scoprire la Petite France, il centro città o il quartiere europeo. Il circuito ventennale di storia a bordo della star Gustave Doré è accessibile alle persone a mobilità ridotta come potrete scoprire in un’immagine prossimamente su DolceTV.

Inoltre, non si conta più il numero di capi di Stato, di teste coronate, di artisti che hanno preso posto in una di queste navi-passeggiata. Anche Giovanni Paolo II… Ci è stato chiesto, affinché potesse fare la sua benedizione a bordo, di costruire una gabbia di protezione in vetro, un po’ come la papamobile. Ha servito una sola volta» nota Reynald Schaich, vicedirettore della compagnia.

E naturalmente i turisti lambda, sono sempre più numerosi. (circa 120 nazionalità si affiancano sui pontili) Tutti affascinati dal concetto: poter ammirare la ricchezza e la varietà architettonica della capitale europea da un punto di vista diverso. L’azienda, con un fatturato di oltre 7 milioni di euro, continua a svilupparsi e potrebbe scegliere di utilizzare una nave a idrogeno per sostituire una nave elettrica, troppo costosa .Per navigare senza inquinare, sono previsti da 15 a 20 milioni di euro nel quadro del rinnovo completo della flotta, nei prossimi due decenni.La decisione sulla scelta dell’idrogeno sarà presa tra qualche mese.

Fonte: Francia 3 Grand Est

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*